Notizie

TFR e TFS dei dipendenti pubblici - cambiano le modalita' di scambio informativo

Nell'ambito della trasformazione digitale e tecnologica che la Pubblica Amministrazione ha attivato negli ultimi anni, l'INPS, Ente previdenziale che ha assorbito al suo interno anche la gestione pubblica ex INPDAP, ha attivato un percorso significativo in termini di potenziamento della digitalizzazione dei servizi e delle procedure amministrative. All'interno di questo contesto innovativo si è scelto di affidare al solo canale telematico lo scambio di informazioni in merito al Trattamento di Fine Servizio (TFS) e al Trattamento di Fine Rapporto (TFR) per i dipendenti del pubblico impiego.

Con tale novità, dall'1 gennaio 2023, gli interessati dovranno utilizzare esclusivamente il canale telematico per lo scambio dei dati digitali necessari a definire il Trattamento di Fine Servizio (TFS) e il Trattamento di Fine Rapporto (TFR).

Rimane invece invariata la modalità già attiva ad oggi di invio dei dati giuridico ed economici necessari alla liquidazione del TFR per i rapporti di lavoro a tempo determinato del comparto scuola, attraverso il flusso telematico MUR/MEF.

L'INPS, attraverso la propria circolare n. 125 emanata dall'Istituto il 4 novembre scorso, ha dettato le istruzioni operative per l'utilizzo del canale telematico TFS, fornendo inoltre importanti precisazioni sull'avvio in modalità esclusiva del canale telematico TFS-TFR.

 

Fonte INPS

 

--

L'Ufficio Stampa

CONF.E.L.P. Nazionale

La pagina ha impiegato 0.1468 secondi